ECOTASSA 2019: COME FUNZIONA E I MODELLI TASSATI

Una delle novità introdotte dalla nuova Legge di Bilancio, e che ha causato diverse polemiche tra le case produttrici e gli automobilisti, è la nuova tassa automobilistica sull’acquisto di un nuovo veicolo ritenuto inquinante: l’Ecotassa 2019.
Vale per le auto nuove inquinanti immatricolate fra il 1° marzo 2019 e il 31 dicembre 2021.
Nell dettaglio, chi acquisterà un’auto con emissioni tra 161 e 175 g/km pagherà un importo pari a 1.100 euro che diventerà di 1.600 euro per le vetture fino a 200 g/km, di 2.000 euro fino a 250 e di 2.500 euro per tutte le auto con emissioni superiori ai 250 g/km.
L’ecotassa riguarda solo le auto nuove e non è legato al prezzo d’acquisto del veicolo, ma al suo impatto ambientale e dovrà essere corrisposto una sola volta, all’atto della prima immatricolazione in Italia del mezzo.

I modelli tassati 

Ecco un elenco dei modelli più diffusi in Italia e colpiti dall’Ecotassa 2019 (chiedi però al concessionario se l’ecotassa è valida su tutti gli allestimenti del modello):

Alfa Romeo – 4C 1750, Giulia, Giulietta e Stelvio
Fiat – 500L, Doblò, QUBO e Tipo
Ford – Edge, Focus, Kuga, Mondeo e Mustang
Honda – Civic, CR-V e NSX
Hyundai – i30, Santa Fe e Tucson
Infiniti – Q30, Q50, QX70 e Q60
Jeep – Cherokee, Compass, Grand Cherokee, Renegade e Wrangler
KIA – Optima, Sportage e Stinger
Land Rover – Evoque, Discovery e Range Rover
Mazda – CX-5
Mercedes – Classe B/C/E/G, GLA, GLC, GLE, GLS, CLA, GT, Maybach, S350/400/450/560/600/63/65, SL,  SLC, V200 e V250
Mitsubishi – Outlander e Pajero
Opel – Combo, Insignia, Mokka e Zafira
Peugeot – Traveller BlueHDi
Renault – Koleos e Mégane
Seat – Leon
Skoda – Superb
Suzuki – Jimny
Volkswagen – Multivan e Touareg
Volvo – S90, V60, V90, XC40, XC60 e XC90

I commenti sono chiusi